Torna alla home
Stampa la scheda corso
O.S.S. Operatore Socio Sanitario
L’OSS esplica la sua attività sia nel settore sociale che in quello sanitario: in ambiente ospedaliero, in servizi di tipo socio-assistenziale e socio-sanitario, residenziale e domiciliare.
CARATTERISTICHE DEL CORSO PROGRAMMA DEL CORSO PREZZI E FINANZIAMENTI
Programma didattico:
- Metodologia del lavoro sociale e sanitario
Il profilo professionale dell’ ASA / OSS; metodologia del lavoro sociale e sanitario.
  • - Profilo dell’OSS/ASA e delibera istitutiva della figura
  • - La figura professionale
  • - La rete del welfare(modalità di accesso alle strutture e ai servizi e il ruolo dell’OSS/ASA)
  • - i principali iter procedurali delle pratiche burocratiche sociali e sanitarie
  • - Prestazioni amministrative, organizzative e assistenziali
  • - Il ruolo del comune come erogatore di servizi sociali
  • - Il PAI
  • - Le dimissioni protette
- Elementi di assistenza di base
Definizione di assistenza; principi di nutrizione; l’eliminazione; gli incidenti domestici; l’allettamento; lo stato terminale
  • - Metodologia dell’assistenza: Definizione di assistenza : competenze dell’OSS nel soddisfacimento dei bisogni primari e nell’analisi differenziata del grado di autonomia e della tipologia di paziente assistito. Cenni sulle scale di valutazione come lettura oggettiva e confrontabile dei fenomeni assistenziali
  • - La programmazione dell’assistenza : accoglienza e osservazione, modalità di raccolta e di trasmissione dei dati, attuazione degli obiettivi programmati, valutazione. La registrazione dei dati in documenti scritti: consegne, schede, cartella infermieristica, cartella clinica. La trasmissione delle informazioni
  • - Assistenza alla persona allettata: l’allineamento fisiologico del corpo; utilizzo di ausili finalizzati a mantenere la postura; osservazione di anomalie nei vari distretti corporei e segnalazione di manifestazioni dolorose. Il rifacimento del letto occupato
  • - Conoscenza delle complicanze legate all’immobilizzazione prolungata e delle modalità per prevenirle. Rifacimento del letto occupato e impiego di ausili tecnici
  • - Assistenza durante i pasti . Azioni preliminari alla distribuzione dei pasti. Identificazione dei livelli di autonomia durante l’assunzione dei pasti e modalità di intervento. Cenni sulla disfagia da liquidi e da solidi. Procedure per imboccare un paziente e osservazione durante l’assunzione del cibo. Problematiche legate all’alimentazione e alla digestione. Assistenza al paziente con emesi; osservazione di alterazioni del contenuto gastrico
  • - L’eliminazione urinaria: i dati da raccogliere in riferimento al bisogno di eliminazione. Caratteristiche delle urine. Classificazione delle alterazioni della minzione e della diuresi. Ausili per l’eliminazione e dispositivi per persone con incontinenza. Cenni sul cateterismo vescicale e indicazioni sulla corretta gestione della sacca di raccolta. Prevenzione delle IVU.
  • - L’eliminazione intestinale e dati da raccogliere in riferimento al bisogno di eliminazione. Alterazioni delle caratteristiche delle feci. Alterazioni delle deiezioni. Interventi assistenziali volti a favorire l’evacuazione . Attività di supporto diagnostico; procedure di raccolta di campioni per esami di laboratorio: raccolta di un di urine per esame chimico-fisico, colturale, nelle 24 ore; raccolta di campione di feci per esame chimico-fisico, colturale, parassitologico, per la ricerca di sangue occulto; raccolta di campione di espettorato
  • - Le funzioni vitali. La rilevazione dei parametri vitali: la pressione arteriosa, la frequenza respiratoria, la frequenza e il ritmo cardiaco, la temperatura corporea. Osservazione di variazioni cliniche durante la rilevazione
- Elementi di assistenza di base avanzata
Nutrizione artificiale; Alzheimer; ictus; Parkinson; le stomie; frattura dell’anca; interventi di primo soccorso.
  • - Nutrizione artificiale (sng, peg, pej)
  • - Alzheimer
  • - Assistenza al paziente ileo-colon stomizzato ed urostomizzato (tipi di stomia, sacche, igiene e interventi atti a favorire l’eliminazione)
  • - Diabete e rilevazione glicemia capillare
  • - Ictus
  • - Parkinson
  • - Valutazione del dolore (scale)
  • - Interventi di primo soccorso e bls (misure di sicurezza a tutela di ambiente, operatore, infortunato, il personale di soccorso professionista, 112 / 118 e loro attivazione, principali malori ed infortuni che si verificano a domicilio, nelle comunità, sulla strada e nei luoghi di lavoro, incidenti domestici, posizioni d’emergenza, acc, rcp, dae)
  • - Frattura di anca
  • - Preparazione pre-post operatoria
- Elementi di anatomia e fisiopatologia
Organizzazione del corpo umano; sistema circolatorio; sistema linfatico; apparato respiratorio; apparato digerente; apparato urinario; sistema immunitario; sistema endocrino; sistema nervoso; apparato muscolo-scheletrico; apparato riproduttore
  • - Organizzazione del corpo umano (tessuti, organi, sistemi e apparati)
  • - Sistema circolatorio (infarto, ipertensione e aterosclerosi)
  • - Sistema linfatico
  • - Apparato respiratorio (asma, bpco, polmoniti, edema polmonare e embolia polmonare)
  • - Apparato digerente (ulcera gastrica, cirrosi epatica)
  • - Apparato urinario (calcolosi renale, emodialisi)
  • - Sistema immunitario (allergie, hiv, cancro)
  • - Sistema endocrino (diabete)
  • - Sistema nervoso
  • - Apparato muscolo-scheletrico (osteoporosi)
  • - Apparato riproduttore
- Elementi di riabilitazione e mobilizzazione
La riabilitazione; cenni di anatomia e fisiologia; ergonomia; nursing e handling; i presidi per l’assistenza; la mobilizzazione del paziente; quadri patologici di maggior interesse.
  • - LA RIABILITAZIONE: Definizione; L’equipe riabilitativa; Il progetto ed il programma riabilitativo
  • - CENNI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA: Le regioni corporee; Cenni di anatomia dell’apparato muscolo scheletrico; Cenni di anatomia e di fisiologia del sistema nervoso; Cenni di cinesiologia
  • - ERGONOMIA: La movimentazione manuale dei carichi (MMC); Il rachide e le alterazioni muscolo scheletriche da sovraccarico nella MMC; Prevenzione dei danni da MMC
  • - NURSING E HANDLING: La sindrome da immobilizzazione; Prevenzione della sindrome da immobilizzazione; Il contatto con il paziente
  • - I PRESIDI PER L’ASSISTENZA: Il letto; La carrozzina; I presidi antidecubito; Gli ausili per la deambulazione; Presentazione di ausili e adattamenti per le attività della vita quotidiana
  • - LA MOBILIZZAZIONE DEL PAZIENTE: I posizionamenti a letto; I cambi di postura nel letto; I trasferimenti dal/al letto; Il posizionamento in carrozzina; Il trasferimento dalla/alla carrozzina, sedia, WC, ecc; Guida della carrozzina; La deambulazione assistita; La deambulazione con ausili; La salita e la discesa delle scale
  • - QUADRI PATOLOGICI DI MAGGIOR INTERESSE: definizione del quadro clinico ed anatomopatologico, il nursing e la riabilitazione; L’emiplegia; Il Morbo di Parkinson; Patologia ortopedica; Lesioni midollari; Malattie demielinizzanti
- Elementi di riabilitazione avanzata
La respirazione; il diaframma; rieducazione posturale; disturbi posturali.
  • - La respirazione
  • - Anatomo-fisiologia del diaframma
  • - Principi di rieducazione posturale
  • - Esercizi per la prevenzione dei disturbi posturali
  • - Approfondimento delle patologie precedentemente trattate
- Elementi di farmacologia
Classificazione dei farmaci; forme farmaceutiche, vie e modalità di somministrazione; ossigenoterapia; tossicologia.
  • - Cenni di farmacologia: definizione di farmaco, principio attivo, eccipienti.
  • - Classificazione dei farmaci
  • - Farmacovigilanza e reazioni avverse da farmaci
  • - Principi da rispettare prima dell’assunzione della terapia.
  • - Principi generali da rispettare prima della somministrazione della terapia. La regola delle 6G.
  • - Collaborazione dell’OSS nell’aiuto nell’assunzione di farmaci tramite per via inalatoria (aerosol, puff, compresa ossigenoterapia e anestesia) orale, enterale (compresa esecuzione di microclisma e collaborazione nella pratica del clistere) sublinguale, topica, percutanea, auricolare, gocce oftalmiche, pomate, farmaci trans dermici
  • - Aiuto nell’assunzione per via orale, rettale, sublinguale, percutanea, inalatoria (aerosol e puff): vantaggi e svantaggi, diverse forme farmaceutiche, modalità di somministrazione (ambiente, materiale, persona, operatore)
  • - FERITE, FERITE CHIRURGICHE E RELATIVE MEDICAZIONI (definizione, fasi di cicatrizzazione, complicanze, drenaggi, medicazioni semplici e complesse)
  • - L’ossigenoterapia definizione, principi generali, presidi, sorveglianza.
  • - Sorveglianza della terapia infusiva endovenosa, (comprese emotrasfusioni)
  • - La conservazione dei farmaci, il foglietto illustrativo, caratteristiche degli armadi farmaceutici e dei locali farmacia.
  • - Approvvigionamento, conservazione, controllo dei farmaci.
  • - Nozioni di tossicologia e avvelenamenti.
  • - Sperimentazioni e accanimento terapeutico.
- Elementi di igiene personale
Il concetto di bisogno. Cenni di anatomia. Il lavaggio sociale delle mani. Igiene della persona. Igiene del letto. Lesioni da decubito. Vestire e svestire. Il lutto e igiene della salma.
  • - Le competenze dell’OSS inerenti all’igiene diversificate in riferimento agli ambiti di intervento
  • - Le cure igieniche: presidi, ausili, obiettivi delle cure igieniche
  • - La preparazione dell’ambiente: la temperatura, la sicurezza, la privacy
  • - Valutazione della persona: età, particolari bisogni individuali, grado di autonomia, osservazione e segnalazione di alterazioni e anomalie
  • - Le cure igieniche parziali, procedure descrittive nei vari distretti corporei
  • - Le cure igieniche totali: il bagno a letto, il bagno e la doccia
  • - L’abbigliamento e la cura dell’aspetto. La vestizione di persone con particolari disabilità
  • - Le cure igieniche alla persona allettata
  • - La prevenzione delle lesioni da decubito. Stadiazione, fattori che ne determinano l’insorgenza, individuazione dei soggetti a rischio e relative scale di valutazione. Utilizzo di ausili e presidi. La mobilizzazione, la riduzione dei fattori di rischio
  • - L’igiene del paziente chirurgico in intervento d’elezione: la doccia preoperatoria, la Tricotomia
  • - Assistenza pre e post intervento
  • - La cura della salma: cure igieniche, rimozione presidi, vestizione, rispetto della privacy
- Elementi di dietetica e igiene alimentare
Alimentazione e nutrizione; principi nutritivi; cenni di fisiologia; obesità, diabete, ipertensione arteriosa, celiachia, stipsi, diarrea, disfagia, malnutrizione.
  • - Alimentazione e nutrizione
  • - Concetti introduttivi
  • - Definizione dei LARN
  • - Principi nutritivi
  • - Principi nutritivi inorganici: vitamine, Sali minerali, fibra alimentare, acqua
  • - Principi nutritivi organici: protidi, lipidi, glucidi
  • - I gruppi alimentari e la piramide alimentare
  • - Concetto di dieta equilibrata
  • - Composizione del corpo umano
  • - Digestione
  • - Cenni di fisiologia
  • - Assorbimento intestinale degli alimenti
  • - Alimentazione in alcune fasi della vita
  • - Obesità
  • - Diabete mellito
  • - Ipertensione arteriosa
  • - Celiachia
  • - Stipsi
  • - Diarrea
  • - Disfagia
  • - Malnutrizione calorico - proteica
  • - Alimentazione enterale (cenni)
  • - Alimentazione nel bambino sano
  • - Anoressia e bulimia (cenni)
- Elementi di igiene ambientale e economia domestica
Igiene ambientale, unità di degenza, economia domestica
  • - IGIENE AMBIENTALE E DOMESTICA
  • - definizione di igiene e salute
  • - definizione di prevenzione primaria, secondaria e terziaria
  • - definizione di microclima; fattori che influenzano e modalità di controllo del microclima
  • - definizione di microbiologia; caratteristiche di batteri, virus, miceti, protozoi, spore; definizione di microrganismo patogeno e non patogeno
  • - definizione di malattia infettiva; definizione di catena di trasmissione delle infezioni; la modalità di trasmissione delle infezioni: concetto di veicolo, vettore, fonte di infezione, vie di penetrazione e di eliminazione
  • - Profilassi delle infezioni correlate all’assistenza
  • - i dispositivi di protezione individuale; l’uso dei guanti
  • - i diversi tipi di lavaggio delle mani
  • - La divisa, il suo valore e le sue caratteristiche. Cura della propria immagine
  • - concetti di sanificazione, sanitizzazione, disinfezione e sterilizzazione
  • - definizione di disinfettante, antisettico, detergente; modalità per il corretto uso e conservazione dei disinfettanti
  • - fasi di preparazione del materiale da sterilizzare; mezzi e i metodi di sterilizzazione; campo sterile
  • - classificazione dei rifiuti e dei rifiuti sanitari; modalità di raccolta, contenitori e smaltimento dei rifiuti sanitari ( compreso utilizzo dei locali di deposito e dei punti di raccolta); Modulistica per la gestione dei rifiuti (formulario, registro carico/scarico, modello unico di dichiarazione)
  • - UNITA’ DI DEGENZA
  • - definizione di unità di degenza
  • - componenti dell’unità di degenza
  • - caratteristiche del letto ospedaliero, i suoi componenti, i suoi accessori
  • - tecnica di rifacimento del letto vuoto e di quello occupato, sanificazione terminale; norme di comportamento per prevenire la diffusione di microrganismi durante il rifacimento del letto
  • - ECONOMIA DOMESTICA
  • - Acquisti di generi alimentari, abbigliamento, ed approvvigionamento di farmaci ed altri presidi a domicilio
  • - Adempimento pratiche varie e moduli da utilizzare per la fornitura di presidi-ausili assorbenti, per la prevenzione LDD . accesso alla posta, banca, ambulatorio medico-infermieristico
  • - Consegna e ritiro capi di abbigliamento o biancheria piana presso il servizio di tintoria-lavaggio-stiratura-sartoria oppure diretto lavaggio e stiratura degli stessi
- Psicologia generale
Storia della psicologia; il concetto di bisogno; la comunicazione; il gruppo.
  • - La storia della psicologia
  • - Funzioni psichiche
  • - La personalità
  • - La motivazione
  • - Il concetto di bisogno
  • - Le emozioni e autostima
  • - La comunicazione e i suoi aspetti
  • - Il Gruppo e i suoi bisogni
  • - Le dimensioni del gruppo
  • - Il senso di appartenenza
  • - Il gruppo di lavoro
  • - Crescita del gruppo
  • - La collaborazione
- Aspetti psicorelazionali
La relazione di aiuto; l’utenza di riferimento; psicopatologie di bambini, adolescenti e adulti; burnout; il malato terminale
  • - La relazione di aiuto
  • - l’elaborazione del lutto
  • - L’utenza di riferimento (bambini, adolescenti, anziani, disabili, familiari)
  • - Frustrazione, ansia e stress e strategie di coping
  • - Bournout
  • - La gestione della sessualità
  • - Le psicopatologie dei bambini e adolescenti (con particolare attenzione ad autismo e down)
  • - Le psicopatologie negli adulti: ansia, depressione, depressione nell’anziano, disturbi alimentari, disturbi del sonno, la psicosi e i centri territoriali che si occupano dello psicotico, demenze, disturbi sessuali, disturbi da controllo degli impulsi, le tossicodipendenze
  • - Il malato di AIDS
  • - Il malato terminale
  • - L’organizzazione dei servizi psichiatrici
- Sicurezza
I soggetti della prevenzione aziendale; i DPI; i rischi; gestione emergenze; DVR.
  • - Quadro generale: concetti di prevenzione, protezione, rischio e danno
  • - Infortunio, malattia professionale, INAIL
  • - Legge di riferimento in tema di sicurezza (D.Lgs. 81/2008)
  • - I soggetti della prevenzione aziendale: lavoratore, datore di lavoro, dirigente, preposto, RSPP, MC, RLS
  • - Il DVR
  • - La riunione periodica
  • - I luoghi di lavoro
  • - Le attrezzature
  • - I DPI e i dispositivi di protezione collettiva
  • - Rischi: biologico, chimico, da movimentazione di carichi, elettrico, agenti fisici, stress correlato, utilizzo di videoterminali (accenni)
  • - Gestione emergenze (incendio e primo soccorso)
  • - Segnaletica di sicurezza
- Legislazione sanitaria
Storia della legislazione sanitaria; lo stato sociale e elementi di legislazione sociale; servizi e strutture di rilevanza socio-assistenziale; la privacy; lavoro, professione e responsabilità
  • - LEGISLAZIONE SANITARIA (art. 32 della Costituzione, i L.E.A, L’organizzazione dello Stato in merito alla salute-Ministero della Salute, Regioni, Conferenza Stato-Regioni, Consiglio Superiore di Sanità, Istituto Superiore di Sanità, i Piani Sanitari, ASL e Aziende Ospedaliere, Organi della direzione aziendale: il Direttore Generale e il Collegio Sindacale + Direttore Amministrativo, Sanitario e Sociale, l’accreditamento)
  • - STORIA DELLA LEGISLAZIONE SANITARIA (le 3 riforme del SSN: Legge 833/1978, D. Lgs. 502/1992, D. Lgs 517/1993, D. Lgs 229/1999)
  • - LO STATO SOCIALE E ELEMENTI DI LEGISLAZIONE SOCIALE (cos’è la legislazione sociale, uguaglianza formale e sostanziale, art.3 e 38 della Costituzione, Legge 180/1978, legge 194/1978, Legge 104/92, Legge 238/2000, legge 38/2010, l’amministratore di sostegno, le prestazioni socio-sanitarie, assistenza sociale e previdenza sociale, il settore no profit, la domanda di invalidità e l’accompagnamento)
  • - SERVIZI E STRUTTURE DI RILEVANZA SOCIO-ASSISTENZIALI (R.S.A., R.S.D., C.D.D., C.S.S., I.D.R., SER.T, C.D.I.,Consultori, Hospice, A.D.I., S.A.D., Centro M.T.S.il ricovero di sollievo, il telesoccorso)
  • - LA PRIVACY ( art.15 della Costituzione, i dati personali- giudiziari, sensibili e comuni-, trattamento dati, informativa, consenso, comunicazione, diffusione, il Garante per la protezione dei dati personali, D.Lgs 196/2003)
  • - LAVORO, PROFESSIONE E RESPONSABILITA’ (caratteristiche del lavoro subordinato, diritti e doveri del datore di lavoro e del lavoratore lavoro esecutivo e lavoro professionale, la responsabilità morale, professionale, civile/penale, disciplinare, il reato)
- Elementi di etica professionale
Etica, morale e bioetica; il concetto di salute; diritti dell’uomo e del malato; deontologia ed etica professionale; il consenso informato.
  • - Definizione di Etica, morale e bioetica
  • - Comitati etici e il Comitato Nazionale di Bioetica
  • - Il concetto di salute
  • - Diritti dell’uomo e del malato: conferenza Alma Ata 1978; Carta di Ottawa 1996; Dichiarazione Sanità mondiale 1998; Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo; Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea; Carta Europea dei Diritti del Malato
  • - Deontologia Ed Etica Professionale
  • - Il codice deontologico e analisi dei codici deontologici dell’infermiere e del medico
  • - I principi etici
  • - Il percorso per operare scelte etiche
  • - Il problem solving
  • - Il consenso informato
  • - Il segreto professionale
  • - La contenzione
- Informatica
Hardware e software; introduzione all’uso del PC; la formattazione di documenti in Word
  • - Hardware e software
  • - Introduzione all’uso del PC
  • - La formattazione di documenti in Word
- Rielaborazione del tirocinio
Confronto sulle esperienze di tirocinio. Ripasso. Indicazioni per la preparazione della tesina.
Durata:
1000 ore (450 ore di tirocinio + 550 ore in aula)
Orari:
13.00 - 17.00
Sede:
Como, Via Belvedere 45 (visualizza la mappa)
Calendario:
Lezioni in aula:
Tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dal 27 settembre 2017 a ottobre 2018 dalle ore 13.00 alle ore 17.00.

Per agevolare l’ingresso al percorso di studio, nel mese di ottobre 2017 le lezioni si terranno unicamente il lunedì e il mercoledì.

Tirocini:
Primo tirocinio:
da febbraio 2018 a aprile 2018

Secondo tirocinio:
da giugno 2018 a luglio 2018

I tirocini verranno svolti negli orari e secondo i turni assegnati dalle strutture ospitanti.

Durante i periodi di tirocinio le lezioni in aula saranno sospese.

Esame finale:
L’esame finale verrà sostenuto in presenza di una commissione nominata da Regione Lombardia ed è previsto nel mese di ottobre 2018.
Requisiti di accesso:
Aver compiuto il 18° anno di età.
Diploma di scuola media superiore. In alternativa Qualifica Professionale di 2 o 3 anni riconosciuta da Regione Lombardia. In alternativa Qualifica ASA, OTA, OSA di altra regione italiana.
Certificazione finale:
Attestato di Qualifica Professionale valido ai fini di Legge rilasciato da Regione Lombardia :

Competenze tecniche
  • Assistenza diretta alla persona: soddisfacimento dei bisogni primari, promozione e mantenimento del benessere psicofisico; aiuto nelle funzioni di deambulazione, utilizzo corretto dei presidi, mantenimento delle residue capacità psicofisiche e aiuto nell’espletamento delle funzioni fisiologiche
  • Collaborazioni in semplici attività di supporto diagnostico e terapeutico, interventi di primo soccorso, verifica dei parametri vitali, somministrazione delle terapie e medicazioni semplici;
  • Interventi di aiuto domestico ed alberghiero finalizzati all’igiene e al comfort dell’ambiente
  • Interventi di informazione sui servizi del territorio e cura del disbrigo di pratiche burocratiche anche accompagnando l’utente per l’accesso ai servizi.
Competenze relazionali
  • Rapportarsi con l’utente e con la sua famiglia
  • Svolgere il lavoro all’interno dell’équipe
  • Partecipare all’accoglienza dell’utente per favorire una piena fruizione del servizio e delle sue risorse
  • Favorire la partecipazione ad iniziative di socializzazione sia all’interno delle strutture residenziali che in ambito territoriale.
Capacità:
  • Educare alla salute e a corretti stili di vita, nell’ambito delle proprie competenze
  • Operare nel rispetto delle norme relative al trattamento dei dati personali secondo quanto previsto dalle vigenti leggi
  • Operare nel rispetto delle norme relative alla tutela della salute degli operatori, per la prevenzione di rischi professionali
  • Sollecitare e organizzare momenti di socializzazione, favorendo la partecipazione ad iniziative sia residenziali che in ambito territoriale
  • Partecipare all’accoglienza dell’utente, per favorire una piena fruizione del servizio e delle risorse disponibili
  • Utilizzare strumentazione informatica di base, sia per quanto attiene a semplici programmi gestionali, sia per quanto attiene a programmi che consentano la comunicazione interna.
Ulteriori approfondimenti:
Frequenza: 90% frequenza obbligatoria

Per ulteriori informazioni contatta la segreteria didattica al numero 031.5001245

I costi sono da intendersi ESENTI IVA ai sensi del D.P.R. 26-10-1972, n.633
 
Programma didattico:
- Metodologia del lavoro sociale e sanitario
Il profilo professionale dell’ ASA / OSS; metodologia del lavoro sociale e sanitario.
  • - Profilo dell’OSS/ASA e delibera istitutiva della figura
  • - La figura professionale
  • - La rete del welfare(modalità di accesso alle strutture e ai servizi e il ruolo dell’OSS/ASA)
  • - i principali iter procedurali delle pratiche burocratiche sociali e sanitarie
  • - Prestazioni amministrative, organizzative e assistenziali
  • - Il ruolo del comune come erogatore di servizi sociali
  • - Il PAI
  • - Le dimissioni protette
- Elementi di assistenza di base
Definizione di assistenza; principi di nutrizione; l’eliminazione; gli incidenti domestici; l’allettamento; lo stato terminale
  • - Metodologia dell’assistenza: Definizione di assistenza : competenze dell’OSS nel soddisfacimento dei bisogni primari e nell’analisi differenziata del grado di autonomia e della tipologia di paziente assistito. Cenni sulle scale di valutazione come lettura oggettiva e confrontabile dei fenomeni assistenziali
  • - La programmazione dell’assistenza : accoglienza e osservazione, modalità di raccolta e di trasmissione dei dati, attuazione degli obiettivi programmati, valutazione. La registrazione dei dati in documenti scritti: consegne, schede, cartella infermieristica, cartella clinica. La trasmissione delle informazioni
  • - Assistenza alla persona allettata: l’allineamento fisiologico del corpo; utilizzo di ausili finalizzati a mantenere la postura; osservazione di anomalie nei vari distretti corporei e segnalazione di manifestazioni dolorose. Il rifacimento del letto occupato
  • - Conoscenza delle complicanze legate all’immobilizzazione prolungata e delle modalità per prevenirle. Rifacimento del letto occupato e impiego di ausili tecnici
  • - Assistenza durante i pasti . Azioni preliminari alla distribuzione dei pasti. Identificazione dei livelli di autonomia durante l’assunzione dei pasti e modalità di intervento. Cenni sulla disfagia da liquidi e da solidi. Procedure per imboccare un paziente e osservazione durante l’assunzione del cibo. Problematiche legate all’alimentazione e alla digestione. Assistenza al paziente con emesi; osservazione di alterazioni del contenuto gastrico
  • - L’eliminazione urinaria: i dati da raccogliere in riferimento al bisogno di eliminazione. Caratteristiche delle urine. Classificazione delle alterazioni della minzione e della diuresi. Ausili per l’eliminazione e dispositivi per persone con incontinenza. Cenni sul cateterismo vescicale e indicazioni sulla corretta gestione della sacca di raccolta. Prevenzione delle IVU.
  • - L’eliminazione intestinale e dati da raccogliere in riferimento al bisogno di eliminazione. Alterazioni delle caratteristiche delle feci. Alterazioni delle deiezioni. Interventi assistenziali volti a favorire l’evacuazione . Attività di supporto diagnostico; procedure di raccolta di campioni per esami di laboratorio: raccolta di un di urine per esame chimico-fisico, colturale, nelle 24 ore; raccolta di campione di feci per esame chimico-fisico, colturale, parassitologico, per la ricerca di sangue occulto; raccolta di campione di espettorato
  • - Le funzioni vitali. La rilevazione dei parametri vitali: la pressione arteriosa, la frequenza respiratoria, la frequenza e il ritmo cardiaco, la temperatura corporea. Osservazione di variazioni cliniche durante la rilevazione
- Elementi di assistenza di base avanzata
Nutrizione artificiale; Alzheimer; ictus; Parkinson; le stomie; frattura dell’anca; interventi di primo soccorso.
  • - Nutrizione artificiale (sng, peg, pej)
  • - Alzheimer
  • - Assistenza al paziente ileo-colon stomizzato ed urostomizzato (tipi di stomia, sacche, igiene e interventi atti a favorire l’eliminazione)
  • - Diabete e rilevazione glicemia capillare
  • - Ictus
  • - Parkinson
  • - Valutazione del dolore (scale)
  • - Interventi di primo soccorso e bls (misure di sicurezza a tutela di ambiente, operatore, infortunato, il personale di soccorso professionista, 112 / 118 e loro attivazione, principali malori ed infortuni che si verificano a domicilio, nelle comunità, sulla strada e nei luoghi di lavoro, incidenti domestici, posizioni d’emergenza, acc, rcp, dae)
  • - Frattura di anca
  • - Preparazione pre-post operatoria
- Elementi di anatomia e fisiopatologia
Organizzazione del corpo umano; sistema circolatorio; sistema linfatico; apparato respiratorio; apparato digerente; apparato urinario; sistema immunitario; sistema endocrino; sistema nervoso; apparato muscolo-scheletrico; apparato riproduttore
  • - Organizzazione del corpo umano (tessuti, organi, sistemi e apparati)
  • - Sistema circolatorio (infarto, ipertensione e aterosclerosi)
  • - Sistema linfatico
  • - Apparato respiratorio (asma, bpco, polmoniti, edema polmonare e embolia polmonare)
  • - Apparato digerente (ulcera gastrica, cirrosi epatica)
  • - Apparato urinario (calcolosi renale, emodialisi)
  • - Sistema immunitario (allergie, hiv, cancro)
  • - Sistema endocrino (diabete)
  • - Sistema nervoso
  • - Apparato muscolo-scheletrico (osteoporosi)
  • - Apparato riproduttore
- Elementi di riabilitazione e mobilizzazione
La riabilitazione; cenni di anatomia e fisiologia; ergonomia; nursing e handling; i presidi per l’assistenza; la mobilizzazione del paziente; quadri patologici di maggior interesse.
  • - LA RIABILITAZIONE: Definizione; L’equipe riabilitativa; Il progetto ed il programma riabilitativo
  • - CENNI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA: Le regioni corporee; Cenni di anatomia dell’apparato muscolo scheletrico; Cenni di anatomia e di fisiologia del sistema nervoso; Cenni di cinesiologia
  • - ERGONOMIA: La movimentazione manuale dei carichi (MMC); Il rachide e le alterazioni muscolo scheletriche da sovraccarico nella MMC; Prevenzione dei danni da MMC
  • - NURSING E HANDLING: La sindrome da immobilizzazione; Prevenzione della sindrome da immobilizzazione; Il contatto con il paziente
  • - I PRESIDI PER L’ASSISTENZA: Il letto; La carrozzina; I presidi antidecubito; Gli ausili per la deambulazione; Presentazione di ausili e adattamenti per le attività della vita quotidiana
  • - LA MOBILIZZAZIONE DEL PAZIENTE: I posizionamenti a letto; I cambi di postura nel letto; I trasferimenti dal/al letto; Il posizionamento in carrozzina; Il trasferimento dalla/alla carrozzina, sedia, WC, ecc; Guida della carrozzina; La deambulazione assistita; La deambulazione con ausili; La salita e la discesa delle scale
  • - QUADRI PATOLOGICI DI MAGGIOR INTERESSE: definizione del quadro clinico ed anatomopatologico, il nursing e la riabilitazione; L’emiplegia; Il Morbo di Parkinson; Patologia ortopedica; Lesioni midollari; Malattie demielinizzanti
- Elementi di riabilitazione avanzata
La respirazione; il diaframma; rieducazione posturale; disturbi posturali.
  • - La respirazione
  • - Anatomo-fisiologia del diaframma
  • - Principi di rieducazione posturale
  • - Esercizi per la prevenzione dei disturbi posturali
  • - Approfondimento delle patologie precedentemente trattate
- Elementi di farmacologia
Classificazione dei farmaci; forme farmaceutiche, vie e modalità di somministrazione; ossigenoterapia; tossicologia.
  • - Cenni di farmacologia: definizione di farmaco, principio attivo, eccipienti.
  • - Classificazione dei farmaci
  • - Farmacovigilanza e reazioni avverse da farmaci
  • - Principi da rispettare prima dell’assunzione della terapia.
  • - Principi generali da rispettare prima della somministrazione della terapia. La regola delle 6G.
  • - Collaborazione dell’OSS nell’aiuto nell’assunzione di farmaci tramite per via inalatoria (aerosol, puff, compresa ossigenoterapia e anestesia) orale, enterale (compresa esecuzione di microclisma e collaborazione nella pratica del clistere) sublinguale, topica, percutanea, auricolare, gocce oftalmiche, pomate, farmaci trans dermici
  • - Aiuto nell’assunzione per via orale, rettale, sublinguale, percutanea, inalatoria (aerosol e puff): vantaggi e svantaggi, diverse forme farmaceutiche, modalità di somministrazione (ambiente, materiale, persona, operatore)
  • - FERITE, FERITE CHIRURGICHE E RELATIVE MEDICAZIONI (definizione, fasi di cicatrizzazione, complicanze, drenaggi, medicazioni semplici e complesse)
  • - L’ossigenoterapia definizione, principi generali, presidi, sorveglianza.
  • - Sorveglianza della terapia infusiva endovenosa, (comprese emotrasfusioni)
  • - La conservazione dei farmaci, il foglietto illustrativo, caratteristiche degli armadi farmaceutici e dei locali farmacia.
  • - Approvvigionamento, conservazione, controllo dei farmaci.
  • - Nozioni di tossicologia e avvelenamenti.
  • - Sperimentazioni e accanimento terapeutico.
- Elementi di igiene personale
Il concetto di bisogno. Cenni di anatomia. Il lavaggio sociale delle mani. Igiene della persona. Igiene del letto. Lesioni da decubito. Vestire e svestire. Il lutto e igiene della salma.
  • - Le competenze dell’OSS inerenti all’igiene diversificate in riferimento agli ambiti di intervento
  • - Le cure igieniche: presidi, ausili, obiettivi delle cure igieniche
  • - La preparazione dell’ambiente: la temperatura, la sicurezza, la privacy
  • - Valutazione della persona: età, particolari bisogni individuali, grado di autonomia, osservazione e segnalazione di alterazioni e anomalie
  • - Le cure igieniche parziali, procedure descrittive nei vari distretti corporei
  • - Le cure igieniche totali: il bagno a letto, il bagno e la doccia
  • - L’abbigliamento e la cura dell’aspetto. La vestizione di persone con particolari disabilità
  • - Le cure igieniche alla persona allettata
  • - La prevenzione delle lesioni da decubito. Stadiazione, fattori che ne determinano l’insorgenza, individuazione dei soggetti a rischio e relative scale di valutazione. Utilizzo di ausili e presidi. La mobilizzazione, la riduzione dei fattori di rischio
  • - L’igiene del paziente chirurgico in intervento d’elezione: la doccia preoperatoria, la Tricotomia
  • - Assistenza pre e post intervento
  • - La cura della salma: cure igieniche, rimozione presidi, vestizione, rispetto della privacy
- Elementi di dietetica e igiene alimentare
Alimentazione e nutrizione; principi nutritivi; cenni di fisiologia; obesità, diabete, ipertensione arteriosa, celiachia, stipsi, diarrea, disfagia, malnutrizione.
  • - Alimentazione e nutrizione
  • - Concetti introduttivi
  • - Definizione dei LARN
  • - Principi nutritivi
  • - Principi nutritivi inorganici: vitamine, Sali minerali, fibra alimentare, acqua
  • - Principi nutritivi organici: protidi, lipidi, glucidi
  • - I gruppi alimentari e la piramide alimentare
  • - Concetto di dieta equilibrata
  • - Composizione del corpo umano
  • - Digestione
  • - Cenni di fisiologia
  • - Assorbimento intestinale degli alimenti
  • - Alimentazione in alcune fasi della vita
  • - Obesità
  • - Diabete mellito
  • - Ipertensione arteriosa
  • - Celiachia
  • - Stipsi
  • - Diarrea
  • - Disfagia
  • - Malnutrizione calorico - proteica
  • - Alimentazione enterale (cenni)
  • - Alimentazione nel bambino sano
  • - Anoressia e bulimia (cenni)
- Elementi di igiene ambientale e economia domestica
Igiene ambientale, unità di degenza, economia domestica
  • - IGIENE AMBIENTALE E DOMESTICA
  • - definizione di igiene e salute
  • - definizione di prevenzione primaria, secondaria e terziaria
  • - definizione di microclima; fattori che influenzano e modalità di controllo del microclima
  • - definizione di microbiologia; caratteristiche di batteri, virus, miceti, protozoi, spore; definizione di microrganismo patogeno e non patogeno
  • - definizione di malattia infettiva; definizione di catena di trasmissione delle infezioni; la modalità di trasmissione delle infezioni: concetto di veicolo, vettore, fonte di infezione, vie di penetrazione e di eliminazione
  • - Profilassi delle infezioni correlate all’assistenza
  • - i dispositivi di protezione individuale; l’uso dei guanti
  • - i diversi tipi di lavaggio delle mani
  • - La divisa, il suo valore e le sue caratteristiche. Cura della propria immagine
  • - concetti di sanificazione, sanitizzazione, disinfezione e sterilizzazione
  • - definizione di disinfettante, antisettico, detergente; modalità per il corretto uso e conservazione dei disinfettanti
  • - fasi di preparazione del materiale da sterilizzare; mezzi e i metodi di sterilizzazione; campo sterile
  • - classificazione dei rifiuti e dei rifiuti sanitari; modalità di raccolta, contenitori e smaltimento dei rifiuti sanitari ( compreso utilizzo dei locali di deposito e dei punti di raccolta); Modulistica per la gestione dei rifiuti (formulario, registro carico/scarico, modello unico di dichiarazione)
  • - UNITA’ DI DEGENZA
  • - definizione di unità di degenza
  • - componenti dell’unità di degenza
  • - caratteristiche del letto ospedaliero, i suoi componenti, i suoi accessori
  • - tecnica di rifacimento del letto vuoto e di quello occupato, sanificazione terminale; norme di comportamento per prevenire la diffusione di microrganismi durante il rifacimento del letto
  • - ECONOMIA DOMESTICA
  • - Acquisti di generi alimentari, abbigliamento, ed approvvigionamento di farmaci ed altri presidi a domicilio
  • - Adempimento pratiche varie e moduli da utilizzare per la fornitura di presidi-ausili assorbenti, per la prevenzione LDD . accesso alla posta, banca, ambulatorio medico-infermieristico
  • - Consegna e ritiro capi di abbigliamento o biancheria piana presso il servizio di tintoria-lavaggio-stiratura-sartoria oppure diretto lavaggio e stiratura degli stessi
- Psicologia generale
Storia della psicologia; il concetto di bisogno; la comunicazione; il gruppo.
  • - La storia della psicologia
  • - Funzioni psichiche
  • - La personalità
  • - La motivazione
  • - Il concetto di bisogno
  • - Le emozioni e autostima
  • - La comunicazione e i suoi aspetti
  • - Il Gruppo e i suoi bisogni
  • - Le dimensioni del gruppo
  • - Il senso di appartenenza
  • - Il gruppo di lavoro
  • - Crescita del gruppo
  • - La collaborazione
- Aspetti psicorelazionali
La relazione di aiuto; l’utenza di riferimento; psicopatologie di bambini, adolescenti e adulti; burnout; il malato terminale
  • - La relazione di aiuto
  • - l’elaborazione del lutto
  • - L’utenza di riferimento (bambini, adolescenti, anziani, disabili, familiari)
  • - Frustrazione, ansia e stress e strategie di coping
  • - Bournout
  • - La gestione della sessualità
  • - Le psicopatologie dei bambini e adolescenti (con particolare attenzione ad autismo e down)
  • - Le psicopatologie negli adulti: ansia, depressione, depressione nell’anziano, disturbi alimentari, disturbi del sonno, la psicosi e i centri territoriali che si occupano dello psicotico, demenze, disturbi sessuali, disturbi da controllo degli impulsi, le tossicodipendenze
  • - Il malato di AIDS
  • - Il malato terminale
  • - L’organizzazione dei servizi psichiatrici
- Sicurezza
I soggetti della prevenzione aziendale; i DPI; i rischi; gestione emergenze; DVR.
  • - Quadro generale: concetti di prevenzione, protezione, rischio e danno
  • - Infortunio, malattia professionale, INAIL
  • - Legge di riferimento in tema di sicurezza (D.Lgs. 81/2008)
  • - I soggetti della prevenzione aziendale: lavoratore, datore di lavoro, dirigente, preposto, RSPP, MC, RLS
  • - Il DVR
  • - La riunione periodica
  • - I luoghi di lavoro
  • - Le attrezzature
  • - I DPI e i dispositivi di protezione collettiva
  • - Rischi: biologico, chimico, da movimentazione di carichi, elettrico, agenti fisici, stress correlato, utilizzo di videoterminali (accenni)
  • - Gestione emergenze (incendio e primo soccorso)
  • - Segnaletica di sicurezza
- Legislazione sanitaria
Storia della legislazione sanitaria; lo stato sociale e elementi di legislazione sociale; servizi e strutture di rilevanza socio-assistenziale; la privacy; lavoro, professione e responsabilità
  • - LEGISLAZIONE SANITARIA (art. 32 della Costituzione, i L.E.A, L’organizzazione dello Stato in merito alla salute-Ministero della Salute, Regioni, Conferenza Stato-Regioni, Consiglio Superiore di Sanità, Istituto Superiore di Sanità, i Piani Sanitari, ASL e Aziende Ospedaliere, Organi della direzione aziendale: il Direttore Generale e il Collegio Sindacale + Direttore Amministrativo, Sanitario e Sociale, l’accreditamento)
  • - STORIA DELLA LEGISLAZIONE SANITARIA (le 3 riforme del SSN: Legge 833/1978, D. Lgs. 502/1992, D. Lgs 517/1993, D. Lgs 229/1999)
  • - LO STATO SOCIALE E ELEMENTI DI LEGISLAZIONE SOCIALE (cos’è la legislazione sociale, uguaglianza formale e sostanziale, art.3 e 38 della Costituzione, Legge 180/1978, legge 194/1978, Legge 104/92, Legge 238/2000, legge 38/2010, l’amministratore di sostegno, le prestazioni socio-sanitarie, assistenza sociale e previdenza sociale, il settore no profit, la domanda di invalidità e l’accompagnamento)
  • - SERVIZI E STRUTTURE DI RILEVANZA SOCIO-ASSISTENZIALI (R.S.A., R.S.D., C.D.D., C.S.S., I.D.R., SER.T, C.D.I.,Consultori, Hospice, A.D.I., S.A.D., Centro M.T.S.il ricovero di sollievo, il telesoccorso)
  • - LA PRIVACY ( art.15 della Costituzione, i dati personali- giudiziari, sensibili e comuni-, trattamento dati, informativa, consenso, comunicazione, diffusione, il Garante per la protezione dei dati personali, D.Lgs 196/2003)
  • - LAVORO, PROFESSIONE E RESPONSABILITA’ (caratteristiche del lavoro subordinato, diritti e doveri del datore di lavoro e del lavoratore lavoro esecutivo e lavoro professionale, la responsabilità morale, professionale, civile/penale, disciplinare, il reato)
- Elementi di etica professionale
Etica, morale e bioetica; il concetto di salute; diritti dell’uomo e del malato; deontologia ed etica professionale; il consenso informato.
  • - Definizione di Etica, morale e bioetica
  • - Comitati etici e il Comitato Nazionale di Bioetica
  • - Il concetto di salute
  • - Diritti dell’uomo e del malato: conferenza Alma Ata 1978; Carta di Ottawa 1996; Dichiarazione Sanità mondiale 1998; Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo; Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea; Carta Europea dei Diritti del Malato
  • - Deontologia Ed Etica Professionale
  • - Il codice deontologico e analisi dei codici deontologici dell’infermiere e del medico
  • - I principi etici
  • - Il percorso per operare scelte etiche
  • - Il problem solving
  • - Il consenso informato
  • - Il segreto professionale
  • - La contenzione
- Informatica
Hardware e software; introduzione all’uso del PC; la formattazione di documenti in Word
  • - Hardware e software
  • - Introduzione all’uso del PC
  • - La formattazione di documenti in Word
- Rielaborazione del tirocinio
Confronto sulle esperienze di tirocinio. Ripasso. Indicazioni per la preparazione della tesina.
Prezzo:
1950 € * 
Promozione:
* Possibilità di rateizzazione senza interessi